Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

martedì 28 giugno 2016

Insalata di farro estiva

Un'insalata fresca e appagante, ricca di vitamine e minerali ma anche proteine. 
Mentre la preparate ascoltate questa canzone:




L'ingrediente principale, farro, è un cereale che è stato riscoperto negli ultimi anni la cui produzione spesso viene associata all'agricoltura biologica e alla valorizzazione delle zone agricole marginali.
Il farro presenta un maggior contenuto proteico rispetto ad altre tipologie di frumento, è ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di grassi.
Il farro integrale contiene più fibre rispetto a quello perlato, anche se risulta più lungo il processo di cottura (per ovviare a questo inconveniente uso la pentola a pressione, che riduce sensibilmente il tempo di preparazione).
Le fibre aiutano a favorire il transito intestinale, contribuendo all'eliminazione delle scorie. L'apporto calorico del farro è piuttosto basso: 340 Kilocalorie per 100 gr di prodotto.
Potete accompagnare il farro in chicchi ai legumi se volete facilitare l'assunzione di proteine vegetali.
Il farro contiene glutine quindi non è adatto ai celiaci.
Per maggiori informazioni: http://www.greenme.it/mangiare/altri-alimenti/12786-farro-proprieta-benefici


Ricetta per 4 persone:
200 gr. di farro perlato in chicchi 
100 gr. di salmone affumicato
4 pomodori
3 zucchine
4 carote
aceto balsamico q.b.
olio e.v.o. q.b.
sale q.b.


Lavare i chicchi di farro e metterli nella pentola a pressione coprendo i chicchi con acqua pura. Chiudere la pentola a pressione e aspettare il primo fischio, dopodiché spegnere senza aprire ne far uscire il vapore.


Lasciarla chiusa per un quarto d'ora, poi far uscire il vapore e vedere se i chicchi sono cotti. Nel caso non lo fossero prolungare la cottura lasciandola aperta e controllare.
Scolare e salare, lasciar raffreddare.




Tagliare il salmone, a quadrettini e i pomodori a cubetti. Grattugiare le carote e le zucchine.






In un'insalatiera capiente mescolare il farro con tutto il resto e regolare di sale.
Condire con olio e aceto balsamico.

Volendo si può preparare per il giorno dopo e riporre in frigorifero.





Variante del giorno dopo, casomai come me, aveste cotto tutto il pacchetto da 400gr di farro  o semplicemente volete ripetere il successo: 
Al posto dei pomodori mettere una decina di pomodori secchi, ricordando che sono salati e quindi regolate di sale soltanto dopo aver mescolato il tutto, al posto del salmone una confezione di surimi. Gli altri ingredienti resteranno invariati..se volete, sbizzarritevi!


Non sono una macchina

che scrive solo poesie,

sono una fragile donna

con tanti fili di seta,

sono una donna lieta

coperta di mille rossori,

troppo fragile e nuda perché

possa chiamarmi l’amore.

(Alda Merini)


lunedì 20 giugno 2016

Sugo di zucchine

Un sugo per diversi usi: spalmabile sui crostini, per condire una pasta o cereali in chicchi.

I cereali in chicchi come orzo, grano saraceno, farro, miglio, quinoa, riso integrale, amaranto.. Fanno bene e sono un'ottima alternativa alla pasta.


 Rinfrescante e saporito è buono sia caldo che freddo. 
 Ottimo anche per farcire una quiche salata.

Ingredienti:
1 cucchiaio d'olio e.v.o.
2 zucchine medie
1 spicchio d'aglio
1 cipollotto fresco
3 pomodori secchi
50 gr di foglie di basilico
35gr di pinoli 
1 presa di sale grosso integrale marino( e questo lo sapete è sempre il più buono in  tutti i sensi ma non esagerate mai col sale!)

Preparazione: Affettate la cipolla e schiacciate l'aglio con le mani, pelatelo e metteteli a soffriggere con un cucchiaio d'olio, questo poi potete anche eliminarlo a cottura ultimata, se non lo gradite molto. Mettete le zucchine a pezzi grossi e i pomodori secchi. Quando le zucchine saranno quasi cotte spegnete e lasciate raffreddare, poi trasferite il tutto in un contenitore in vetro temperato coi bordi alti. Aggiungete il basilico ben lavato. Con un frullatore a immersione potete ora frullare. Ora aggiungete i pinoli. 

Chi possiede il bimby puó eseguire le stesse operazioni, anche se lasciar raffreddare le zucchine dentro lo stesso richiede più tempo, quindi vi consiglio di toglierle e lasciar raffreddare il tutto fuori dal bimby. Poi rimettere nel bimby con il basilico e frullare. I pinoli a fine frullio.

Regolate di sale.

Ecco un brano piuttosto rilassante di musica country che secondo me fa tanto "zucchine fresche dell'orto"!





Maggio

É questo il mese che piú ti somiglia
Frizzante e solare quando sei felice
cupo o insistente come la pioggia.

Muti infantile il tuo umore in vento.

Che di vento ti vesti
In Petali uguali
Per non parir diverso
Ma anche ti scosti
Dietro lenti
Nascondi insicuro
Pensieri

Riconosco rapidi sorrisi 
Pure le amarezze 
In pelle ruvida
Confondi 
Su tastiera veloce
E studi 
D'intelletto
Rifletti

Ragazzetto mio
Delicato
Di voce soave
D'amor
Ti carezzo
Di garbo rivesti
Il tuo canto
I tuoi modi
In mondi a me sconosciuti
Di te

Maggio 2016 bacodaseta

venerdì 17 giugno 2016

Brutti ma buonissimi (e con i semi)

Brutti ma buoni sono dei biscotti si sa fatti di: mandorle, nocciole ed altri ingredienti molto gustosi. 
Questi sono diversi: le mandorle non ci sono, vengono sostituite dai semi di girasole. Non perché le mandorle non facciano bene, anzi sono un'ottima fonte di calcio, ma molte persone non le tollerano e quindi mi sembra giusto dar loro un'alternativa. Ci sono comunque le nocciole, di solito più tollerate. Ho usato la farina senza glutine perché siano godibili anche da chi è intollerante al grano.
Non contengono nemmeno il burro, un grasso animale che se consumato in eccesso, specialmente associato agli zuccheri, fa mettere su peso, pancetta e soprattutto il colesterolo dannoso per le nostre arterie. 
Essendo calorici si consiglia di consumarli di mattina, ottimi come prima colazione, oppure prima dello sport.
Un po' di musica prima di cominciare, giusto per creare armonia in cucina: gli Yes in versione sinfonica.




Ingredienti:
120 gr di nocciole 
30 gr di semi di girasole 
50 gr di zucchero meglio se di canna ( dulcita o mascobado)
65 gr di olio di girasole
1 tuorlo d'uovo
125 gr di farina senza glutine ( oppure di grano se non avete intolleranze)
2 cucchiai d'acqua fredda


Ecco qui è molto semplice: una volta tritate le nocciole e i semi con lo zucchero nel mixer, mettete la farina e il tuorlo, poi aggiungete l'olio per ottenere un impasto granuloso e appiccicoso.
Se usate la farina senza glutine mettete anche due cucchiai d'acqua.
Aiutandovi con due cucchiai formate delle palline che metterete sulla placca del forno ricoperta con carta forno e cuocerete per 15 minuti circa ( devono essere dorati e staccarsi facilmente).

Bon Appetit e grazie per essere passati di qui.


giovedì 16 giugno 2016

Frittelle di riso rosso con asparagi e menta


Abbiamo mangiato del buonissimo riso rosso Sant'Eusebio, ma ne è rimasto un po'..anche gli asparagi non sono finiti..

Sapete una cosa? Nulla è più buono di ciò che ci si inventa con gli avanzi del giorno prima, non dovrete faticare molto a creare un nuovo piatto da mettere in tavola e per di più non dovrete correre subito a fare la spesa, evviva gli avanzi!
Come fare delle buonissime frittelle con gli avanzi del giorno prima.

Ingredienti:

Avanzi di riso: diciamo circa 200 gr già cotto
avanzi di asparagi: circa 50 gr già cotti
(ma se avete una qualsiasi altra verdura cotta che si sposi col riso ben venga!)
Un cipollotto fresco crudo di medie dimensioni
un rametto di menta fresca di cui utilizzerete soltanto le foglioline
3 cucchiai di mandorle tritate
una presa di sale 
3 uova
3 cucchiai di farina di riso
mezzo bicchiere di latte ( anche vegetale)
3 cucchiai di semi di lino dorati
olio e.v.o. quanto basta

Prendete il riso, in una ciotola amalgamatevi gli ingredienti usando una forchetta: le uova, la farina,il latte, i semi,il sale, le mandorle, il cipollotto affettato, la menta ben lavata e per ultimi gli asparagi tagliuzzati.
Lasciate riposare un quarto d'ora.
Mentre aspettate una cosa semplicissima da fare potrebbe essere quella di prendere un tovagliolo di carta e giocare con le forbici come quando eravate piccoli! Dai fate un bel centrino bucherellato: sarà divertente! Il piatto su cui appoggerete le frittelle sarà bellissimo!

Prendete una padella antiaderente e mettete qualche cucchiaio di olio e.v.o., non appena sarà bollente, a cucchiaiate mettete a friggere il composto, e rigirate ogni frittella una volta che sarà dorata.




Vi piace quest'idea? 
Alcuni pensano che se la cucina non è alta cucina, non valga la pena di tenere un blog e pubblicare ricette..
io condivido solo ricette quotidiane invece, quelle imparate strada facendo, giorno per giorno da zie, nonne, amiche, ma anche da mio padre, che era cuoco.

E quindi svalutare queste preziose ricette non ha senso, perché la cucina è prima di tutto passione, amore per le cose buone, genuinità e amore per gli altri..beh almeno per me!
Ma sì dai guardiamoci uno che suonava le biciclette!!



Scusate il disturbo 

Scusate il disturbo. 
Scusate il disturbo se insisto 
ma come si fa a disturbare? 
Mi hanno detto che devo rifiutare 
per non essere villana 
mi hanno insegnato a non guardare negli occhi 
per non essere sfrontata 
mi hanno intimato di non chiedere nulla 
per non essere invadente 
a non approfittare 
per non essere ingorda. 
Ed io mi sono abituata a tutto ciò 
ed io mi sono adagiata su tutto ciò 
non so accettare 
non so guardare diritto negli occhi 
non so chiedere 
non so godere. 
Scusatemi ancora 
ma le domande sono troppo difficili per me 
per domandare bisogna riflettere e valutare 
invece io già penso alla risposta 
e a chiedere scusa per l’impertinenza. 
Non datemi il vostro indirizzo 
non verrò a trovarvi 
ho paura di disturbare 
non datemi il numero di telefono 
non chiamerò 
per paura d’incomodare. 
Venite voi da me 
chiamatemi voi 
vi ringrazierò tanto e vi chiederò: 
ma come si fa a disturbare? 



03/08/2001 Bacodaseta